NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Questa sezione riporta notizie, articoli e materiale pubblico che può avere un valore per capire l'opera del nostro San Pio X°. La Parrocchia San Matteo non è responsabile del contenuto di tali contributi, che sono ripubblicati su questo sito solo a titolo informativo e documentale.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati negli articoli sono riservati ai rispettivi proprietari.

S. Pio X, il Grande

 

 

Papa San Pio X fu una grande luce per la Chiesa e per l’umanità allo scoccare del secolo XX. Questa luce si proietta fino ai giorni nostri, come un faro in mezzo alle tenebre dell’epoca moderna.

Dalla Rivoluzione francese, quella grande ribellione “contro il Signore e contro il suo Messia” (Sal. 2,2), l’apostasia da Cristo e dalla Sua Verità si è aggravata continuamente nella società civile. Oggi ne  ... [Leggi tutto]

Lo scioglimento di Pio X dell’Opera dei Congressi e dei Comitati cattolici

 

 

Il 28 luglio 1904, s. Pio X sciolse l’Opera dei Congressi e dei Comitati cattolici. Rimase aperto solo il Gruppo di studio per l’azione popolare e sociale facente capo al conte Stanislao Medolago Albani, di Bergamo, grande amico a collaboratore del santo Pontefice.

San Pio X è universalmente ricordato come colui che condannò il Modernismo teologico, “istigatore di gran parte della contestazione  ... [Leggi tutto]

S. Pio X: un santo per tutte le stagioni

 

Il 30 maggio p.v. ricorre un anniversario il quale, ci possiamo scommettere, passerà largamente inosservato da molti mezzi di propaganda. Ci riferiamo al cinquantesimo della canonizzazione di Papa San Pio X (1903-1914).

Perché questo silenzio? La risposta non è difficile: per molti S. Pio X è un santo scomodo. Egli rappresenta, infatti, l’esatto opposto di certi errori che, purtroppo, sono andati man mano  ... [Leggi tutto]

La verità su San Pio X, intrepido difensore della Fede

 

Il 22 agosto 2014 Roberto de Mattei ha presentato a Cortina d’Ampezzo l’ultimo libro di Cristina Siccardi, San Pio X. La vita del Papa che ha ordinato e riformato la Chiesa, pubblicato da San Paolo. L’incontro, moderato da Rosanna Raffaelli Ghedina, è stato organizzato dall’Associazione Culturale Akropolis. Il nutrito e variegato pubblico, proveniente da diverse regioni, ha dimostrato acceso interesse per la  ... [Leggi tutto]

Il San Pio X del card. Merry del Val

 

Il card. Merry del Val fu una nobilissima figura di ecclesiastico spagnolo-europeo tra Otto e Novecento.

Nato a Londra da una distinta famiglia cattolica, che contava tra i suoi avi il beato Domenichino del Val (martirizzato nel 1250), la sua carriera al servizio della Santa Sede, specie come Nunzio apostolico in Germania e Austria, ebbe come apice la responsabilità di Segretario di Stato dell’ultimo Pontefice  ... [Leggi tutto]

La Quaresima nel Catechismo di Pio X

 

Ecco come viene presentata la Quaresima nel Catechismo Maggiore di San Pio X:

 

35. Che è la Quaresima?

La Quaresima è un tempo di digiuno e di penitenza istituito dalla Chiesa per tradizione apostolica.

36. Per qual fine è istituita la Quaresima?

La Quaresima è istituita:- per farci conoscere l'obbligo che abbiamo di far penitenza in tutto il tempo della nostra vita, di cui, secondo i santi Padri la  ... [Leggi tutto]

Margherita Sanson, di mestiere sarta

 

 

Il mestiere di sarta. 

Secondo studi ormai assodati, solo tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 il mestiere di sarta sostituì quello di serva, come causa di emigrazione verso le grandi città, che alloggiava nei sottotetti o addirittura nello scantinato.

Anche in questo caso, doveva trattarsi di donne single, che partivano da regioni lontane per giungere nel milanese e in Piemonte, a Torino  ... [Leggi tutto]

Pio X, un trevigiano sul soglio di Pietro, tra storia e storie (6 di 6)

 

 

Un papa riformatore

Il 4 agosto 1903 fu eletto Papa con 50 voti, dopo un drammatico conclave. Il card. Luigi Macchi annunciò l’elezione del nuovo papa comunicando che aveva assunto il nome di Pio X: infatti decise di chiamarsi Pio per ricollegarsi idealmente ai papi dello stesso nome che nei due secoli precedenti, dal periodo napoleonico alla presa di Roma (1870), «avevano molto sofferto».

La stampa  ... [Leggi tutto]

Pio X, un trevigiano sul soglio di Pietro, tra storia e storie (5 di 6)

 

 

Tra Treviso e Venezia

La vita del Sarto cambiò a 40 anni: il 28 novembre 1875 mons. Sarto, nominato canonico effettivo della Cattedrale di Treviso, prese possesso del suo ufficio ed iniziò il suo ministero trevigiano anche come direttore spirituale del seminario, cancelliere della curia vescovile ed esaminatore prosinodale.

Svolse la sua attività fra cattedrale, la curia ed il seminario, ma non mancò  ... [Leggi tutto]

Pio X, un trevigiano sul soglio di Pietro, tra storia e storie (4 di 6)

 

 

Salzano, la parrocchia dove si sperimentarono le riforme della Chiesa del XX secolo

Tra le parrocchie messe a concorso nel 1867 quella di Salzano è la più prestigiosa: ed è vinta dal sacerdote migliore. Iniziò il suo servizio come parroco di Salzano il 13 luglio 1867, sabato. Dopo 3.059 giorni, il 26 novembre 1875 lasciò la parrocchia: è l’unico papa della Storia della Chiesa che abbia esercitato le  ... [Leggi tutto]

Pagina 1 di 21

Hanno detto di Lui

Mario Missiroli (2)

A Pio X bastarono le sole parole del Vangelo per ridurre, in un attimo, alla verità o all’errore le costruzioni più superbe.

San Pio da Pietralcina

«San Pio X è il più grande fra tutti quelli che si sono seduti sul Trono di Pietro»

Enciclopedia Cattolica 5

"La bontà naturale, santificata dalla grazia dello Spirito Santo e resa più cara da una incantevole semplicità di modi, si irradiava da Lui in innumerevoli atti di carità, sempre intelligente, spesso eroica".

Enciclopedia Cattolica 2

"Dalla persona emanava una attrattiva di mitezza ed insieme di forza, da lasciare ognuno conquiso. L'intelligenza pronta e penetrante, la volontà forte e risoluta, il temperamento franco e naturalmente impetuoso, contenuto però da forte dominio di sé.

"La lunga esperienza del ministero favoriva l'innato buon senso, che si esprimeva nella immediatezza dei problemi e nella rapida ed appropriata soluzione".

Pio XIII

Pio X fu sole, fu fiamma ardente di carità e fulgore abbagliante di santità.

Papa Pio XII

Pio X, “col suo sguardo d’aquila più perspicace e più sicuro che la veduta corta di miopi ragionatori” [...], “illuminato dalla chiarezza della verità eterna, guidato da una coscienza delicata, lucida, di rigida dirittura” è “un uomo, un pontefice, un santo di tale elevatezza” che “difficilmente troverà lo storico che sappia abbracciare tutta insieme la sua figura e in pari tempo i suoi molteplici aspetti”.

Filippo Crispolti (giugno 1935)

"Mentre gli parlavate, Pio X fissandovi e, dirò così, tenendovi fermo con quei suoi occhi penetranti, vi scrutava a fondo, quasi per precauzione; rispondendovi poi con cauta accortezza, mostrava subito una percezione rapida, una grande intuizione, non tanto dell'uomo in genere, che serve a poco, quanto degli uomini singoli di cui valersi oda cui guardarsi; uno spirito pratico e positivo, anche in politica ed una prontezza a decidere".

Don Battista Parolin, unico nipote di Pio X sacerdote

...

Vittorio Emanuele Orlando (rapporti con S.Sede)

"Pio X fu spirito puramente apostolico, onde senza nulla togliere al valore assoluto del Suo intelletto e della Sua dottrina, è certo che la qualità in Lui predominante, quella cui Egli si affidò per esserne guidato e diretto e da cui trasse le ispirazioni delle decisioni più importanti, fu l'altissimo sentimento, l'intuito spontaneo ispirato dalla fede".

Mons. Alfred-Henri-Marie Baudrillart

«Pio X fu il più soprannaturale degli uomini […].
Egli aveva la chiaroveggenza della rettitudine, quella chiaroveggenza che nessuna menzogna, nessun sofisma, nessuna ipocrisia riuscivano a ingannare […].
Giammai un pontefice fu più riformatore e più moderno di questo intrepido avversario degli errori del modernismo» (pp. 25-26).

Altro che papa arroccato al passato, chiuso o “conservatore”.

 

 

P. Orlini, 1938

Anche quando insegna, richiama, condanna, Pio X parla con un cuore che, soprattutto, ama.

Pio Molaioni (Giornale d'Italia 26/6/1923)

"Pio X fu il papa che amò l'Italia nella luce della fede. L'Italia scriverà un giorno nella storia di questo periodo che noi vivemmo, che la lotta col papato si chiuse con l'ascesa al trono di Pio X".

San Luigi Orione

’’Colui che per ispregio fu proverbiato dai nemici della chiesa ... come «pretucolo di campagna» appare ormai uno de' più grandi e santi Papi che lo Spirito Santo ha posto sulla sedia di Pietro’’

Selenio, Il Mattino illustrato (1-3-1938)

"Tutti coloro che ebbero la grande fortuna di poter avvicinare Pio X anche una sola volta, non hanno più dimenticato quei suoi occhi così teneri, il suo sorriso soave, soprattutto la sua voce".

Francesco Saccardo, 1914

Immensamente Egli, Vicario di Cristo, comprese Cristo, la forza di Cristo, l’amore di Cristo e per l’amore visse, all’amore si consacrò, per l’amore mori.

Mario Missiroli

Pio X non volle i piccoli accordi, le transazioni che assicurano il successo, salvano le forme, ma uccidono lo spirito.

Egli sapeva che non si tradisce impunemente la verità dell’idea, la santità e la nobiltà del carattere e che tutte le dedizioni, salutate dai plausi della folla, sono errori del pensiero, che si espiano immancabilmente.

G. Bellonci, 1914

Pio X ha saputo esserci padre come nessun altro.

S. E. Mons. Athanasius Schneider

Nel suo ministero sacerdotale, episcopale e pontificio, San Pio X raggiunse la statura spirituale di un Padre della Chiesa, alla stregua di un Sant'Atanasio, di un Sant'Ilario e di un Sant'Ambrogio.

Per la sua coraggiosa difesa della centralità di Cristo e della Sua Verità, di fronte a un mondo sempre più ostile alla Chiesa, Pio X occupa un posto luminoso nella schiera dei grandi confessori e papi che hanno costellato duemila anni di storia della Santa Chiesa. San Pio X merita, senza dubbio, il nome di “Grande”.

G. De Mori, Avvenire d’Italia, 20/10/1941

“Resta incontroverso l’aver Egli superato il suo tempo, ed anticipato, come messo di Dio, il nostro presente e lo stesso avvenire”

Francesco Saccardo (2)

Di quella sua casa natale un altro grande avrebbe fatto un palazzo sontuoso, o l’avrebbe almeno adornata di ogni preziosità della ricchezza e dell’arte, come talvolta si ama incastonare nell’oro la prima moneta guadagnata col sudore della fronte.

Egli no: Egli volle che rimanesse la povera casetta di Riese, che continuasse ad ospitare la antiche e modeste mobilie, che Lo videro fanciullo e giovanetto.

Poesia?

No! Senso altissimo di virtù cristiana.

Dal Vaticano

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit