Relazione statistica annuale delle parrocchie di Riese e Spineda

Stampa

andamento demografico

Ogni anno il parroco è tenuto a comunicare alla Diocesi l’andamento demografico della parrocchia; numero di abitanti, di cattolici/non cattolici/altre religioni, di battesimi, di matrimoni, di cresime e di prime comunioni. Ecco qui i numeri del 2020:

Dato demografico Riese Spineda
Abitanti 5.273 1.331
Cattolici 4.656 1.233
Cristiani di altre confessioni 469 65
Credenti di altre religioni 144 31
Non battezzati e senza religione 4 1
Battesimi 25 8
Cresime 26 15
Prime Comunioni 19 11
Matrimoni 6 -

 

Se a questi dati aggiungiamo il numero di funerali (Riese 40/2020, 35/2019, 46/2018, 36/2017, 42/2016 e Spineda 7/2020, 6/2019, 7/2018, 8/2017, 8/2016), meglio comprendiamo l’andamento demografico delle nostre comunità. Un dato balza subito agli occhi: se la comunità cattolica di Spineda resta sostanzialmente stabile e in leggero aumento, quella di Riese è in continua diminuzione già da qualche anno. Inoltre sono ormai significative, da un punto di vista numerico, le presenze di fedeli di altre confessioni cristiane e di altre religioni: a Riese rispettivamente 469 e 144 e a Spineda 65 e 31.


Certamente questa nuova situazione che si è venuta a creare nei nostri territori provoca ad interrogarci e a ricercare nuovi modi di presenza “cattolica”. Anche da noi l’appartenenza alla Chiesa Cattolica non si può più dare per scontata, quasi fosse semplicemente frutto dell’ambiente. Essa ha bisogno sempre più di essere frutto di una scelta personale e motivata. Il momento che stiamo attraversando può essere vissuto come un’occasione per ripartire, rivitalizzando il tessuto cristiano delle nostre parrocchie.


È una nuova sfida! È vera opportunità! Sentiamo tanto parlare di “Chiesa in uscita”, di “Chiesa Sinodale”, di “Chiesa Missionaria”. Certo è che la Chiesa è di Cristo e solo se ci lasciamo conquistare da Lui, “sulle nostre vie di Damasco”, daremo un contributo positivo al rinnovamento della Chiesa nei nostri territori.

 

il parroco don Giorgio