Disciplina del digiuno e dell’astinenza

Stampa

 

Disciplina del digiuno e dell'astinenza

Poiché la Costituzione “Poenitemini” del 1966 di Paolo VI e il “Nuovo Diritto Canonico” del 1983 di Giovanni Paolo II non hanno nessun valore giuridico, è ancora in vigore la disciplina osservata sotto il pontificato di Pio XII (secondo i Canoni 1250-1254 del Diritto Canonico piano-benedettino del 1917, modificati dal Decreto dalla S. Congregazione dei Riti del 16 settembre 1955 e dalla S. Congregazione Concilio del 25 luglio 1957).


L’attuale legge per i fedeli di rito latino è quindi la seguente:

GIORNI DI ASTINENZA DALLA CARNI:

GIORNI DI ASTINENZA E DI DIGIUNO:

GIORNI DI SOLO DIGIUNO SENZA ASTINENZA:

POSSONO NON PRATICARE L’ASTINENZA:

POSSONO NON PRATICARE IL DIGIUNO:

 

 

 


Fonte: Sodalitium.biz

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto non impegna, nè dipende dalla Parrocchia S. Matteo di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei alla Parrocchia, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche storiche, mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.